3 Premi Oscar

Scenografia

Tre volte premio Oscar, ha lavorato con Fellini, Scorsese, Pasolini, Burton e alcuni tra i più grandi registi del panorama italiano e internazionale. Dante Ferretti è lo scenografo italiano che tutto il mondo ammira. Sostenitore di un’estetica del ‘meraviglioso’, la sua produzione si è mossa attraverso le diverse epoche storiche con una libertà che ha sfiorato talvolta la trasgressione, rivoluzionando il panorama della scenografia cinematografica.

“Il nome della rosa” (1986), “Le avventure del barone di Munchausen” (1989), “Casino” (1995) sono solo alcune delle gemme che costellano una carriera straordinaria, culminata per tre volte con il massimo riconoscimento cinematografico mondiale. Ferretti si è infatti aggiudicato la prestigiosa statuetta della Academy of Motion Picture Arts and Sciences nel 2005 (“The Aviator” di Martin Scorsese), nel 2008 (“Sweeney Todd - Il diabolico barbiere di Fleet Street” di Tim Burton) e nel 2012 (“Hugo Cabret” di Martin Scorsese).

Nel 2013, in concomitanza con il settantesimo anniversario della sua nascita, il MoMA di New York gli ha dedicato la personale “Dante Ferretti. Design and construction for cinema”.

“Mi sono appassionato da subito a questa grande avventura e ho messo a disposizione la mia esperienza per realizzare un’opera che vedrà la luce in una delle location più incredibili del mondo. Sarà un grande impegno, una sfida in cui la scenografia dovrà fondersi con tutto ciò che esiste da due millenni. Una miscela di immagini suggestive, che rievocheranno la storia di Roma”.

Vai all'inizio della pagina